Turismo d’Italia _ Hotel Salò du Parc

Hotel Salò du Parc sul numero di dicembre di Turismo d’Italia, organo di stampa ufficiale di Federalberghi.

“Lo Studio Simonetti rivoluziona la hall dell’Hotel Salò du Parc. Una progettazione degli interni che esalta lo scenario del Lago di Garda con l’utilizzo di materiali e colori ispirati all’esterno.

Intervento di restyling alberghiero

Albergo lusso sulla sponda bresciana del Lago di Garda ha inaugurato una nuova lounge, con spazi più ampi, eleganti e accoglienti. La firma è dello Studio Simonetti.

Immerso in un parco di alberi secolari, offre una spettacolare vista del lago.

Il principale obiettivo del nostro intervento di restyling è stato quello di realizzare una nuova hall.

Nuova Hall

E’ stata pensata per rendere l’elemento acqua, elemento principale dell’hotel, il focus di questa area – spiega l’interior designer Massimo Simonetti.

Abbiamo pertanto aperto e rivoluzionato tale spazio, ed ora, dall’entrata e nell’intero ambiente, si può godere di un panorama straordinario.

Il bancone del ricevimento accoglie sia il front desk, sia il back office, separato da un cristallo decorato vedo non vedo che ne evita la totale trasparenza. Anche i diversi materiali utilizzati, bianco del corian e legno dall’effetto corteccia grezzo, vanno click here a delineare le funzioni di tale spazio.

Ogni dettaglio è una miscela di estetica e funzionalità.

Per la pavimentazione abbiamo scelto un gres dal forte impatto decorativo dai colori della terra. Crea una sinfonia e un equilibrio di segni e colori – illustra Simonetti. E per dare ancora maggiore risalto a quest’area, abbiamo posato nel perimetro un gres bocciardato color antracite.

Per far risaltare la natura del luogo, una lastra di ceramica dall’effetto seta oro riveste le pareti. Gli arredi sono nelle tonalità floreali, del giallo, del verde e del blu.

Le poltrone sono in pelle e dalle linee avvolgenti. I tavoli in noce sono stati realizzati su disegno da abili artigiani.

I complementi d’arredo diventano interpreti della sintesi tra natura e artificio, completando questo ambiente.

Di grande importanza è l’aspetto del lighting, soprattutto in una hall come questa, che sfrutta appieno l’illuminazione naturale dello scenario esterno. Le luci sono minimali ed essenziali, sottolinea infatti l’interior designer.

A completamento due opere artistiche. La scultura in marmo di Sophie-Elizabeth Thompson e la soluzione visiva di Giovanni Lombardini.